Saturday, 2 November 2013

gerard de villiers

Gerard De Villiers
E’ morto a 83 anni il papa’ di Sua Altezza  Serenissima Malko Linge, - micidiale principe imperiale austriaco al servizio dei servizi segreti statunitensi - lo scrittore francese  Gerard De Villiers. Come non ricordare le copertine di Segretissimo della Mondadori? Garzanti aveva James Bond, nella collana tutta nera con le tre scimmiette in copertina, Segretissimo aveva altro, quel che restava dopo 007. E che restava dopo Bond? Dalla Francia, appunto, Malko Linge e soprattutto Hubert Bonisseur De La Bath, alias OSS 117, di Jean Bruce. Che scrisse solo le prime tredici folgoranti avventure, che diedero  inizio alla fortunata collana e i cui volumetti oggi sono per collezionisti danarosi, il quale mori’giovane in un’incidente stradale e la cui opera  venne continuata dalla moglie Josette con quasi lo stesso successo. Bonisseur De La Bath e il suo aiutante, Enrique Sagarra - eliminava silenziosamente i suoi nemici con una micidiale garotta, artigianale e portatile,  fatta con un filo di ferro per pianoforte - erano una copia davero ben affiatata. Divertente e implacabile. L’agente venne portato sullo schermo da Frederic Stafford, che non era Sean Connery ma si faceva vedere molto, molto volentieri.  E due altri eroi propose Segretissimo, questi d’oltreOceano.  Matt Helm  di Donald Hamilton, portato sullo schermo con gran ironia da Dean Martin, e Sam Durrell di Edward A. Aarons. Per farvi due risate di cuore godetevi  pero’ i film dell’agente Flint, alias James Coburn . E se proprio vi volete bene non perdetevi Napoleon Solo e  Ilya Kuriakin, vale a dire Rober Vaughan e David McCallum. Forse la miglior serie tv di spionaggio mai fatta. The man from U.N.C.L.E. Proditoriamente tradotta in italiano come L’Uomo della Zio. Roba da mentecatti. Gustatevela se potete e ricordatevi che, alla faccia dei critici stitici e sputasentenza, De Villiers aveva venduto oltre 120 milioni di copie nel mondo con quel suo mix di sesso&violenza. Il tutto dosato dall’umorismo, in salsa gallica, dell'affascinante, micidiale Malko. Grazie per averci  fatto divertire e ognare, monsieur De Villiers

Harper Lee non ci sta
. L’autrice di To kill a mockinbird, in italiano Il buio oltre la siepe, ha portato in tribunale la citta’ di Monroeville, dove la sua storia antirazzista si svolge, perche’ha detto che stanno commerializzando troppo il suo unico libro, premio Pulitzer. La  storia dell’avvocato Atticus Finch, un’indimenticabile Gregory Peck sullo schermo,  sta scombussolando  non poco la vita di Monroeville, Alabama. “Nelle piccole cittadine tutti vogliono dire la loro  se pensano di poterci ricavare qualche guadagno – ha dichiarato un'abitante  – e credo che sia brutto che andiamo avanti come se Harper Lee non esistesse”. Harper Lee, invece, seppur di salute molto cagionevole, esiste ancora . E anche la sorella  Alice, 102 anni. E sono battagliere come sempre . Riguardo al film va detto che venne diretto da Robert Mulligan e che vinse tre premi Oscar, tra cui miglior attore protagonista e miglior sceneggiatura. E la musica e’ di Elmer Bernstein, scusate se e’ poco.  Alice Harper Lee, sudiste. Dalla mente apertissima nonostante portino lo stesso cognome del famoso generale sudista
.
I luoghi di un poeta

56 Ludlow Street, l’appartamento di John Cale. Dove, con Cale e il chitarrista Sterling Morrison, nel 1965 Reed registro’ 6 pezzi, le fondamenta dei Velvet Underground. Primo album registrato in una settimana, costo 3mila dollari
The Factory, 231 East 47th street
Qui e’ dove era la Factory di Warhol dal ’63 al ’68. E Walk on the wild side riguarda il tempo che impiegava ad arrivare canmminando alla Factory con quella folla di  giovani artisti, o presunti tali. Adesso la Factory, abbattuta alla fine deglianni ’60, e’ un parcheggio
19-25 st, Mars Place
Qui al Dom, bar dell’East Village, comincio’ l’avventura dei Velvet Undergound & Nico di Andy Warhol. Avventura iniziato nell’aprile ’66. Basilare e seminale per il rock anche adesso. Per la musica. Per la cultura
125 e Lexington
Qui  Reed aspettava, con 26 dollari pronti in mano, lo spacciatore che gli vendeva l’eroina, lo racconto’ in I’m waiting for my man.
Chelsea hotel: 222 W 23rd Street
Lo storico albergo che ispiro’ a Reed e Morrison la canzone Chelsea girl, cantata nel ’67 da Nico nel primo album  dei Velvet Undergound, The Velvet Underground & Nico. Janis Joplin, allora giovissima tra le braccia  di Leonard Cohen, Patti Smith e James Osterberg/ Iggy Pop sono tra quelli che hanno abitato nel famoso hotel, ora parte del patrimonio culturale di New York. Che conta 250 stanze ed da anni e’ al centro di una battaglia legale combutta senza esclusione di colpi

Notizie dall’Italia

La mole d’informazione che la grande stampa italiana offre ai suoi lettori, fortunatamente sempre meno, e’ immensa e variegata, quella che propongo e’ proprio l’informazione vitale, che, immagino, viene fuori da ore e ore di riunioni e proposte e idee. Idee idee idee. Troppe le noizie, vado corsa, scusatemi. 
Martina Colombari vestita di rosso. Francesca Pennetta a spasso con il fidanzato. Nicole Kidman bella come la Bardot (qualcuno mi suggerisce la frase in romanesco "je piacerebbe"). Pierfrancesco Favino sul set di Una mamma imperfetta 2 (dove una delle mogli imperfette  e’ la moglie Anna Ferzetti, figlia di Gabriele). Milena Satta e Viridiana, ex Veline, si sono incontrate e si sono baciate sulla guancia mentre facevano shopping. Gwyneeth Paltrow ha la pancia piatta. Le storie d’amore di  Sven Goran Ericksson e perche’ lascio l’avvocato Nancy Dall’Oglio. Il segreto di Alessandra D’Ambrosio e’nello yoga. Adriano, ex giocatore dell'Inter, fotografato con un notissimo narcotrafficante brasiliano. Ormai irriconoscibile, Adriano fu la “scommessa” di Rosella Sensi, Bruno Conti e Daniele Prade’ quando arrivo' a Roma e quasi 9mila tifosi, i pieno luglio, andarono ad applaudirlo alla presentazione allo stadio Flaminio. Piero Marrazzo torna in tv e per strada porta gliocchiali neri e una valigetta, sembra James Bond, si scrive. Una gatta svezza amorosamente due piccoli furetti. Grandi feste nel dorato mondo dell’arte e dello spettacolo  di tutto il mondo per Halloween. Dove, vi ricordo, Elisabetta Canalis si e’ vestita da Wonder woman. Il suo ex fidanzato, George Clooney, ha detto che no, non e’ vero che ha avuto tre storie in pochi giorni. Marylin Manson piu’ brutto e cadaverico che mai. La principessa Charlene di Monaco, agognata moglie del principe Alberto, e’ radiosissima bellezza.  Partita la feroce caccia alllo scalpo, non cisono parrucche o trapianti sulla panchina giallorossa, della Roma di Rudy Garcia. E per fnire il piu’ grande giornale sportivo italiano informa che Rosanna Davison e’ la nuova  stella del Liverpool e e  Marom, o Marem, e’ la nuova fiamma di Benzema. Ovviamente seminude . E’ la stampa, bellezze

  

No comments:

Post a Comment