Wednesday, 18 December 2013

Obama e le fotografie

Obama e le fotografie

Decisamente non fortunate il binomio-fotografia. Dopo l’incredibile, ingnobile, imbarazzante, schifoso, vergognoso episodio avvenuto al funerale di Nelson Mandela ecco che spunta Pete Souza, il suo fotografo personale. Al quale l’”abbronzato”,  per usare l’espressione del simpatico e spiritoso exc primo ministro taliano Silvio Berlusconi, ha appaltato tutte le sue immagini. Proprio tutte. In virtu’ di cosa non si sa. Non si conoscono i motivi di questo misterioso, solidissimo legame. Fatto sta che adesso sono partite le lettere ufficiali della White House Corrispondent’s Association e di altre 37 associazioni per fermare il vezzo obamiano. E ci si comincia a chiedere se gli Stati Uniti D’America abbiano mai avuto un presidente peggiore. Da qui alla fine del mandato, mi chiedo, ce la fara’ a non scatenare la terza guerra mondiale?

Roland Biggs, uno dei responsabili della “grande rapina al treno postale” dell’otto agosto 1963, giorno del suo34esimo compleanno, e’ morto 84ene a Londra. Una vita? No, un romanzo. E guardatevi  il film, dallo stesso titolo, del 2012 con Jim broadbent. E The first great train robbery con Sean Connery e Donald Sutherland, girato nela stazione del DART a Tara Street a Dublino.  Regia di Michael Crichton, anche superbo scrittore. Due milioni e rotti di sterline di bottino, per l’esattezza  2,693, 684 sterline. Fughe interminabili, due matrimoni, tre figli, la seconda moglie, la brasiliana Raimonda, spogliarelllista in Europa per sostenere lui e il figlio in Brasile, famosa partecipazione a un’album dei Sex Pistols,  vendeva magliette con la sua foto sopra e organizzava tour, a 50 sterline a persona, sui suoi luoghi brasiliani. Era stato finalmente estradato in Inghilterra qualche anno fa, prigione poca per motivi generazionali e di salute, ricorrenti e drammatici problemi cardiaci e ora la morte. Di un bello ed elegante e geniale “genio del male”. L’uomo che fece diventare una rapina a un treno un capolavoro del secolo scorso.

Morto un genio se ne fa un’altro. Oggi compie 70 anni Keith Richards, il chitarrista bdei Rolling Stones. Colui che doveva morire mezzo secolo fa. Ma che, facendosi il lavaggio del sangue ogni anno in una costosissima clinica svizzera, ancora ci delizia con i suoi indimenticabili, storici riffs. Amico di Michael, Mick, Jagger da quando andavano all’asilo, Keith e’ una persona vera. Finalmente. Con i suoi innumerevoli difetti e pregi. Una volta, in occasione di un suo splendido album solista, lo intervistai a Roma. Si scolo’ una bottiglia di Jim Beam.  E fumo’ in continuazione. Incoraggiato da questo vedere, chiesi se anche io potevo fumare il mio sigaro Toscano. Con quei suoi occhi bistrati e la sua faccia rincartapecorita e beffardamene sorridente mi fece cenno di si’. Accesi. Arriccio’ il naso, senti’ l’odore. “Too smelly. No”. “Troppo puzzolente. No”. Come si fa a vviere senza persone cosi’? Auguri. E no, caro il mio signor Richards-pirata dei Caraibi, non e’ solo rock’nd’roll. Ma mi piace lo stesso.

Non condivido assolutamente nulla con Giulio Tremonti ma oggi voglio abbracciarlo. F orte. Oggi e’ scomparsa, dopo lunga malattia, la moglie. Fausta Beltrametti. Un’altra Italia. Quella che non si vede e sente e che tira avanti, ancora per poco, la barca. Grazie di essere esistita, signora Fausta. E condoglianze vivissime a suo marito.

Il nuovo avanza. Come la puzza di stantio. A Firenze, citta’ dove e’ sindaco,  Matteo Renzi ha chiuso la storica libreria Martelli. Dove adesso troneggia Eataly. Ovvero il futuro d’Italia. Il proprietario della catena di gran successo, che dice che e’ di sinistra, ha detto di essere pronto ad autarlo. Anche finanziariamente se glielo chiede. Ma la Politica non si fa con le idee?   Superlativo l’Anonimo Tocano che, vedendo che il sindaco era in ritardo, ha detto che il ritardo era dovuto al fatto che “doveva fa’ ancora quarche  mira’olo”.

Wanda Mara, l’argentina famosa non si sa perche’ e siempre desnuda, ha detto che lei e Mauro Icardi -i “giornalisti sportivi italiani”, bene informati, dicono centravanti, interista ora e samporiano prima, pericolossimo, ha fatto sapere che lei e Mauro hanno fatto al’amore  15 volte in 28 ore. Ma lui nonsi allena o e’ “infortunato”? E lei non lavora? O e’ quello il suo lavoro vedendo le fotografe che manda in giro ogni minuto? E’ cosi’ convinta di essere la piu’ bella e desiderabie donna del mondo. Sicura di essere la “regina della Pampa”? Pampa con la lettera a, pero’.

Meta’ capo del governo – Enrico Letta perche’ l’altra meta’ e’ Franco Alfano – ha detto che nel 2015 prevede un’aumento del 2% per l’econonomia italiana. Italiana? Ancora? Mi sono perso qualche passaggio di questa non-crisi? Una persona che conosco molto bene e ha due lauree molto importanti, conseguite con i voti massimi, guadagna 750 euro al mese a contratto e non sa mai  se glielo rinnoveranno. In Irlanda - Mario Draghi, dal fiero e serio cipiglio, ha detto che non e’ vero cne e’ stata ’la prima nazione a uscire ufficialmente dalla crisi – il sussidio di disoccupazione ammonta a 1000 euro al mese.

Se quelli scelti da Fabio Fazio per il suo prossimo festival di Sanremo, che andava abolito negli anni ’70 e io l’ho sempre detto e scritto, sono “big” io torno in Italia camminando sull’acqua. Ma, una buona volta, si vuol capire che, come canta il democratico pazzerellone Lorenzo “Jovanotti” Cherubini, l’Italia non e’ “l’ombelico del mondo”? Dei 14 "big"  aualcuno mi puo' cantare o fischiettare cinque, dicaso cinque, brani per chiascheduno? Grazie.

Rovinate ancora di piu’ dalla crisi. Che pero' non c'e'. Ma lo ha scritto solo Dagospia. Che ha pubblicato l’annuale classifica delle vendite dei quotidiani italiani. I quotidiani italiani non l’hanno pubblicata. Provvedo io.E ringrazio Roberto.  Le Repubblica – 51mila copie, Corriere dela Sera – 40mila copie, La Stampa – 27mila copie, La Gazzetta  dello Sport  - 42mila copie, Il Corriere dello Sport,   36mila copie, Tuttosport   -16mila copie,  Il Messaggero - 33mila copie e Il Gazzettino  -11mila copie. Rido fragorosamente e sonoramente pensando a quando, per anni e anni alla riunione della mattina, facevo sommessamente notare che il proliferare costante di notizie inutili e risibili e le foto di donne nude, la dottrina piduista applicata ala perfezione, avrebbero portato a catastrofiche conseguenza. Venivo rimbrottato sempre con scoppi di ilarita’ e sfotto'. E la famosa, ricorrente frase “a stronzo, ma lo voi’ capi’ a no che tira piu’ ‘n pelo de fica che ‘n carro dei boi?”. E gia’a grandi risate e insulti, nessuno mi ha mai minacciato fisicamente altrimenti si sarebbe  spiaccicato sull’asfalto di via del Tritone. Tuto questo col coro “giusto, direttore”, “verita’ sacrosanta”,   “parole sante”.  I “servi sciocchi” sono solitamente anche estremamente, profondamene stupidi. E icchi. Cortesmente, qualcuno vorrebbe dirmi se esiste ancora la “free press” e quanto vendono le testate? Intanto ieri La Repubblica. “il primo quotidiano italiano”, ha votato per i prepensionamenti. Aria da Olivetti?

Qualcuno puo’ cortesemente dire al fondatore Scalfari, fino a prova contraria ancora non dottore, imperatore, santo, dio, che il suo amato europeista Altiero Spinelli venne cacciato dal Partito Comunista Italiano per la sua presa di posizione antistalinista dal suo carissimo amico Giorgio Napolitano? Storia. Non chiacchiere. O anche quello e’ divetato un reato contro la costituzione?

Re-Italy

The European Community has strongly advised italy that can’t treat the refugees they way they are treated. Worse than dead animals. Can’t the Italian government remember how the Italian emigrants were treated at Ellis Island? Do you want to read some books, miss Boldrini, travelling head of the Dail? Instead of writing Ezio Mauro, editor in chief of La epuublica, could kindly read, nont this blog, bu The Sunday Times Magazine dated December 8 2013. On the frontpage he can see a great photo of Lampedusa. And no Elisabetta Canalis naked.

Eu
xtremely rare photograph of the ex prime minister Silvio Berlusconi  with little Dudu’, the dog with no words, and no hair. No hair mr.  Berlusconi? Impossible. Communists.

Matteo Renzi , the new Democratic Party secretary, is looking for money on the Internet. To sustain the party. Are you ready to give? No. You’re not democratic.

There’s more, plenty, plenty more, but I can’t stop laughing so...
Obama e le fotografie
Decisamente non fortunate il binomio-fotografia. Dopo l’incredibile, ingnobile, imbarazzante, schifoso, vergognoso episodio avvenuto al funerale di Nelson Mandela ecco che spunta Pete Souza, il suo fotografo personale. Al quale l’”abbronzato”,  per usare l’espressione del simpatico e spiritoso exc primo ministro taliano Silvio Berlusconi, ha appaltato tutte le sue immagini. Proprio tutte. In virtu’ di cosa non si sa. Non si conoscono i motivi di questo misterioso, solidissimo legame. Fatto sta che adesso sono partite le lettere ufficiali della White House Corrispondent’s Association e di altre 37 associazioni per fermare il vezzo obamiano. E ci si comincia a chiedere se gli Stati Uniti D’America abbiano mai avuto un presidente peggiore. Da qui alla fine del mandato, mi chiedo, ce la fara’ a non scatenare la terza guerra mondiale?
Roland Biggs, uno dei responsabili della “grande rapina al treno postale” dell’otto agosto 1963, giorno del suo34esimo compleanno, e’ morto 84ene a Londra. Una vita? No, un romanzo. E guardatevi  il film, dallo stesso titolo, del 2012 con Jim broadbent. E The first great train robbery con Sean Connery e Donald Sutherland, girato nela stazione del DART a Tara Street a Dublino.  Regia di Michael Crichton, anche superbo scrittore. Due milioni e rotti di sterline di bottino, per l’esattezza  2,693, 684 sterline. Fughe interminabili, due matrimoni, tre figli, la seconda moglie, la brasiliana Raimonda, spogliarelllista in Europa per sostenere lui e il figlio in Brasile, famosa partecipazione a un’album dei Sex Pistols,  vendeva magliette con la sua foto sopra e organizzava tour, a 50 sterline a persona, sui suoi luoghi brasiliani. Era stato finalmente estradato in Inghilterra qualche anno fa, prigione poca per motivi generazionali e di salute, ricorrenti e drammatici problemi cardiaci e ora la morte. Di un bello ed elegante e geniale “genio del male”. L’uomo che fece diventare una rapina a un treno un capolavoro del secolo scorso.
Morto un genio se ne fa un’altro. Oggi compie 70 anni Keith Richards, il chitarrista bdei Rolling Stones. Colui che doveva morire mezzo secolo fa. Ma che, facendosi il lavaggio del sangue ogni anno in una costosissima clinica svizzera, ancora ci delizia con i suoi indimenticabili, storici riffs. Amico di Michael, Mick, Jagger da quando andavano all’asilo, Keith e’ una persona vera. Finalmente. Con i suoi innumerevoli difetti e pregi. Una volta, in occasione di un suo splendido album solista, lo intervistai a Roma. Si scolo’ una bottiglia di Jim Beam.  E fumo’ in continuazione. Incoraggiato da questo vedere, chiesi se anche io potevo fumare il mio sigaro Toscano. Con quei suoi occhi bistrati e la sua faccia rincartapecorita e beffardamene sorridente mi fece cenno di si’. Accesi. Arriccio’ il naso, senti’ l’odore. “Too smelly. No”. “Troppo puzzolente. No”. Come si fa a vviere senza persone cosi’? Auguri. E no, caro il mio signor Richards-pirata dei Caraibi, non e’ solo rock’nd’roll. Ma mi piace lo stesso.
Non condivido assolutamente nulla con Giulio Tremonti ma oggi voglio abbracciarlo. F orte. Oggi e’ scomparsa, dopo lunga malattia, la moglie. Fausta Beltrametti. Un’altra Italia. Quella che non si vede e sente e che tira avanti, ancora per poco, la barca. Grazie di essere esistita, signora Fausta. E condoglianze vivissime a suo marito.
Il nuovo avanza. Come la puzza di stantio. A Firenze, citta’ dove e’ sindaco,  Matteo Renzi ha chiuso la storica libreria Martelli. Dove adesso troneggia Eataly. Ovvero il futuro d’Italia. Il proprietario della catena di gran successo, che dice che e’ di sinistra, ha detto di essere pronto ad autarlo. Anche finanziariamente se glielo chiede. Ma la Politica non si fa con le idee?   Superlativo l’Anonimo Tocano che, vedendo che il sindaco era in ritardo, ha detto che il ritardo era dovuto al fatto che “doveva fa’ ancora quarche  mira’olo”.
Wanda Mara, l’argentina famosa non si sa perche’ e siempre desnuda, ha detto che lei e Mauro Icardi -i “giornalisti sportivi italiani”, bene informati, dicono centravanti, interista ora e samporiano prima, pericolossimo, ha fatto sapere che lei e Mauro hanno fatto al’amore  15 volte in 28 ore. Ma lui nonsi allena o e’ “infortunato”? E lei non lavora? O e’ quello il suo lavoro vedendo le fotografe che manda in giro ogni minuto? E’ cosi’ convinta di essere la piu’ bella e desiderabie donna del mondo. Sicura di essere la “regina della Pampa”? Pampa con la lettera a, pero’.
Meta’ capo del governo –Enrico Letta che’ l’altra meta’ e’ Franco Alfano – ha detto che nel 2015 prevede un’aumento del 2% per l’econonomia italiana. Italiana? Ancora? Mi sono perso qualche passaggio di questa non-crisi? Una persona che conosco molto bene e ha due lauree molto importanti, conseguite con i voti massimi, guadagna 750 euro al mese a contratto e non sa mai  se glielo rinnoveranno. In Irlanda - Mario Draghi, dal fiero e serio cipiglio, ha detto che non e’ vero cne e’ stata ’la prima nazione a uscire ufficialmente dalla crisi – il sussidio di disoccupazione ammona a 1000 euro al mese.
Se quelli scelti da Fabio Fazio per il suo prossimo festival di Sanremo, che andava abolito negli anni ’70 e io l’ho sempre detto e scritto, sono “big” io torno in Italia camminando sull’acqua. Ma, una buona volta, si vuol capire che, come canta il democratico pazzerellone Lorenzo “Jovanotti” Cherubini, l’Italia non e’ “l’ombelico del mondo”?  
Rovinate ancora di piu’ dalla crisi. Ma lo ha scritto solo Dagospia. Chhe ha pubblicato l’annuale classifica delle vendite dei quotidiani italiani. I quotidiani italiani non l’hanno pubblicata. Provvedo io.E ringrazio Roberto.  Le Repubblica – 51mila copie, Corriere dela Sera – 40mila copie. La Stampa – 27mila copie, La Gazzetta  dello Sport  - 42mila copie, Il Corriere dello Sport   36mila copie, Tuttosport  16mila copie,  Il Messaggero 33mila copie e Il Gazzettino 11mila copie. Rido fragorosamente e sonoramente pensando a quando, per anni alla riunione della mattina, facevo sommessamente notare che il proliferare costante di notizie inutili e risibili e foto di donne nude, la dottrina piduista, avrebbe portato a catastrofiche conseguenza. Venivo rimbrottato sempre con scopi di ilarita’ e sfotto’ e la famosa frase “a stronzo, ma voi’ capi’ a no che tira piu’ ‘n pelo de fica che ‘n carro dei boi?”. E gia’a grandi risate e insulti, nessuno mi ha mai minacciato mai fisicamente altrimenti si sarebbe trovato spiaccicato sull’asfalto di via del Tritone, al coro “giusto, direttore”, “verita’ sacrosanta”,   “parole sante”.  I “servi sciocchi” sono solitamente anche stremamente stupidi. Cortesmente, qualcuno vorrebbe dirmi se esiste ancora la “free press” e quanto vendino le testate? Intanto ieri La Repubblica. “il primo quotidiano italiano”, ha votato per i prepensionamenti. Aria da Olivetti?
Qualcuno puo’ cortesemente dire al fondatore Scalfari, fino a prova contraria ancora non dottore, imperatore, santo, dio, che il suo amato europeista Altiero Spinelli venne cacciato dal Partito Comunista Italiano per la sua presa di posizione antistalinista dal suo carissimo amico Giorgio Napolitano? Storia. Non chiacchiere. O anche quello e’ divetato un reato contro la costituzione?  
Re-Italy
The European Community has strongly advised italy that can’t treat the refugees they way they are treated. Worse than dead animals. Can’t the Italian government remember how the Italian emigrants were treated at Ellis Island? Do you want to read some books, miss Boldrini, travelling head of the Dail? Instead of writing Ezio Mauro, editor in chief of La epuublica, could kindly read, nont this blog, bu The Sunday Times Magazine dated December 8 2013. On the frontpage he can see a great photo of Lampedusa.
Euxtremely rare photograph of the ex prime minister Silvio Berlusconi  with little Dudu’ and no hair? No hair mr.  Berlusconi? Impossible. Communists
Matteo Renzi , the new Democratic Party secretary, is looking for money on the Internet. Are you ready to give? No. You’re not democratic. I’m sorry.
There’s more, plenty more, but I can’t stop laughing so...
Ricordate, sara’ una risata che li seppellira’.

Ricordate, sara’ una risata che li seppellira’.

No comments:

Post a Comment