Wednesday, 12 March 2014

Grand Hotel Budapest

Grand Hotel Budapest

Se c'' un solo film che dovete assolutissimamente vedere quest'anno quello e' Grand Hotel Budapest tratto da un divertente, gustoso piccolo, sapiente libro dello scrittore austriaco Stefan Zweig, The society of the crossed keys, vale a dire La societa' delle chiavi incrociate. Vale a dire i portieri d'albergo. Portato sullo schermo dallo statunitense Wes Anderson. Protagonista principale, mi limito  a un solo nome perche' non mi basterebbe qualche ora per scrivere I nomi di tutti gli interpretie poi ho trovato estremamente divertente scovarli tutti a cominciare dalla vecchia. elegantissima signora delle scene iniziali, e' uno straordinario, indimenticabile, inappuntabile Ralph Fiennes. E molti altri ancora. E tutti bravissimi e, alcuni, bravi da far mozzare il fiato. Storia intricata e a tratti esilarante. Fino alla conclusione. Zweig, grande amico di Joseph Roth e lo scrittore di lingua tedesca piu' venduto negli anni Trenta e Quaranta con grande invidia e raccapriccio del grande Thomas Mann, fuggi', lui ricco israelita, in Brasile per non vedere crollare, disintegrarsi la sua Europa mitteleuropea, vderla annegare e soccombere nel sangue del nazismo e della Seconda Guerra Mondiale, 50 milioni di morti. Zweig si suicido' insieme alla seconda moglie, brasiliana. Ottimo. Scrittore e uomo.  Ma il film e' un'inno all'allegria e all'humour. Con un finale...

 Secondo lo statunitense Forbes Silvio Berlusconi ha un patrimonio di 5 bilioni di dollari. Il nuovo primo ministro italiano, SuperMatteo Renzi, si e' scagliato a testa bassa contro I redditi dei sindacati dei lavoratori. Il grave e ' che  i lavoratori tacciono  e hanno taciuto e che nel Partito Democratico, il Nulla, si prepara la scissione. Renzi ha detto che il suo governo e' il piu' a sinistra da 30 anni a questa parte.

Il sindaco di Roma, il dottor professor Ignazio Marino, ciclista, dice che gli stanno facendo la guerra. Chi? I topi, gabbiani e maiali che razzolano beati nell'immondizia? La pericolosissima criminalita' organizzata che ormai ha in mano la citta? E mi fermo qui. Perche'come mi ha detto stizzito piu' d'uno, non sono rimasto a "spalare la merda". E ci ha rinviato anche il consiglio comunale capitolino per tre giorni per dire certe cose in Francia?

Il marito di Alessandra Mussolini, orgogliosa e vociante nipote di "quando c'era lui" e Sophia Scicolone in arte Sophia Loren, e' coinvolto mani, piedi ed altro nello scandalo delle baby-squillo dei Parioli. Geniale, lapidario, irresistibile, come sempre, il mio amico Roberto d'Agostino che ha coniato un nuovo motto per il parente del predappiese. Me le frego. Grazie, Robe'.

Lei, la ventottenne Francesca Pascale, se lo vorrebbe sposare a Capri perche' e'napoletana, ex presenza tv a Telrecafone. No, non per i soldi. E' amore vero. Lui, 77 anni, e' Silvio Berlusconi e tergiversa, nicchia nicchia. Chissa' che direbbe Dodo', il barboncino. "Come un figlio".  L'ex primo ministro ha giurato che gli manca solo la parola.

Berlusconi cioe' Milan. Che fine ha fatto il fenomeno, e ex di Barbara Berlusconi, Pato, il Pallone, forse sgonfiato, d.Oro Kaka' e il migliore di tutti,  Superrmario Balotelli? Si e' arrabbiato l'ex milanista George Weah dopo la disfatta mdrilena di martedi' sera.  E gli italiani tutti? Ma SuperMatteo Renzi non potrebbe rivolgere l'attenzione al settore calico? E magari chiedere a Sergio Marchionne cosa ci fa dei circa 50 milioni di euro, ripeto 50 milioni di euro, che guadagna annualente? Chi lo critica  Renzi dice che e' un disfattista.  Leggendo I libri di storia questa frase l'ho letta spessissimo. La pronunciava un signore pelato che indossava la camicia nera e che, anni dopo, fece una gran brutta fine. Attenti che la disperazione e la fame fanno fare terribili scherzi. Guarda la povera regina Maria Antonietta in Francia, che consigliava di mangiare croissants alle plebeioribonde per fame ed ecco li' che la settimana successiva si ritrova con la testa mozzata di netto. Si, pero', non c'erano democratiche e libere elezioni col metodo ideato da Silvio Berlusconi e Matteo Renzi. Il Porcellum.

Tutto parlano, discettono, si accapigliano e azzuffano  del e sul popolo della Rete, dei meet up, ma qualcuno sa esattamente a quanto ammonta, in milioni, il popolo della Rete? Dati alla mano, Carta carta  villan dorme. Se va dell'immediato, drammatico futuro di un fu Grande Paese. bambolotti.

Modesta proposta al regista premio Oscar Paolo Sorrrentino: la prossima volta, cortesemente, non dimentichi di ringraziare anche gli spaghetti, con la pummarola 'ngoppa, il Vesuvio, i femminielli, la pizza napoletana e i mandolini. Mi raccomando. E cerchi di ritrovare, cortesemente e in fretta,  l'ombelico di Eleonora Duse, pardon, Isabella Ferrari che si e' perso durante le riprese di uno spot, diretto da lui, di una nota casa di biancheria intima.

Re-Italy

The italian rugby team, drinking and eating, has declared that is ready for the clash with the English team. Do they need a wooden spoon?

Ricordate, sara' una risata che li seppellira'.


  

No comments:

Post a Comment